NEWS
HOME > UFFICI E MODULISTICA > SERVIZI SOCIALI E ALLA PERSONA > CENTRI PER L'ASSISTENZA DOMICILIARE

CENTRI PER L'ASSISTENZA DOMICILIARE

 

Sono attivi su tutto il territorio provinciale i Centri per l’Assistenza Domiciliare (CeAD)

 

Cosa sono i CeAD?

I CeAD nascono dalla collaborazione fra servizi sanitari (Asl) e servizi sociali (Comuni e Uffici di Piano): costituiscono un servizio innovativo che fornisce informazioni, consulenze personalizzate e consente di attivare servizi al domicilio di persone parzialmente o totalmente non autosufficienti.

L’utenza a cui si rivolgono i centri è quindi prevalentemente anziana o caratterizzata da uno stato temporaneo o permanente di non autosufficienza.

 

I servizi erogabili attraverso il CeAD sono sia sanitari che sociali e conseguono ad una valutazione dei bisogni che avviene sulla base delle indicazioni del Medico di medicina generale, del Distretto Asl e dei Servizi sociali che sono tenuti all’assistenza della persona che li richiede.

 

I servizi sanitari, erogati attraverso il Medico di medicina generale e il Distretto, sono:

 

·         Assistenza Domiciliare Integrata (ADI), ricompresa l’ADI Cure palliative negli ambiti territoriali di Como, Erba, Olgiate, Menaggio e Dongo; inoltre assistenza sanitaria comprensiva di eventuale fornitura ausili e protesi nonché nutrizione o prodotti speciali, ossigenoterapia o farmaci specifici.

·         Informazioni sui servizi di cure palliative (Ospedalizzazione domiciliare) negli ambiti di Cantù, Mariano Comense, Lomazzo – Fino Mornasco.

·         Informazioni sulla richiesta di invalidità civile, la richiesta inerente l’accertamento dello stato di gravità dell’handicap (Legge 104/92), la richiesta per la fornitura di strumenti tecnologicamente avanzati (Legge regionale 23/99), l’Amministratore di sostegno;

·         Informazioni sulla rete dei servizi sanitario – assistenziali per soggetti non autosufficienti (RSA, Ricoveri di sollievo, CDI)

 

I servizi sociali, erogati attraverso il Comune di residenza o l’Ufficio di Piano dell’ambito territoriale di residenza del cittadino, sono:

·         Servizio di Assistenza Domiciliare (SAD), ovvero interventi di cura dell’igiene della persona, cura della casa, aiuto nell’organizzazione domestica, prevenzione o rimozione di situazioni di emarginazione, supporto alla socializzazione; in alcuni casi è possibile fornire i pasti a domicilio.

·         Sostegno alle famiglie che assistono a domicilio i propri familiari mediante l’erogazione di buoni, ovvero contributi in denaro;

·         Servizi di trasporto verso strutture sociali, riabilitative o sanitarie

·         Altri interventi a sostegno della domiciliarità

·         Informazioni per l’abbattimento delle barriere architettoniche

·         Sostegno alle famiglie che assistono a domicilio i propri familiari con l’ausilio di assistenti familiari (badanti), mediante l’erogazione di contributi in denaro, informazione e orientamento;

·         Progetti inerenti il sostegno di persone con grave disabilità (legge 162/98);

·         Informazioni sulla richiesta di invalidità civile, richiesta inerente l’accertamento dello stato di gravità dell’handicap (Legge 104/92), Amministratore di sostegno;

·         Informazioni su tutta la rete dei servizi sociali attiva nell’ambito di competenza.

 

Tutti i servizi citati sono erogati già da tempo attraverso i Distretti dell’Asl, i Servizi sociali dei rispettivi Comuni o dagli Uffici di Piano degli otto ambiti territoriali: infatti permane la possibilità per il cittadino di rivolgersi al proprio Comune, o al Distretto Asl, per chiederne l’attivazione.

 

La particolarità del CeAD è la possibilità, per il cittadino, di ottenere da un unico interlocutore informazioni su tutti i servizi disponibili nel proprio ambito territoriale, nonché una valutazione dei bisogni congiunta (sanitaria e sociale), che consente l’eventuale predisposizione di un Piano di assistenza individuale (PAI) integrato e poi monitorato attraverso il “case manager”, che è un operatore di riferimento della persona assistita e la sua famiglia.

 

L’accesso al CeAD è gratuito. Per l’erogazione di servizi sanitari è necessaria la prescrizione del medico, mentre per la fruizione dei servizi sociali può essere necessaria la compartecipazione ai costi (SAD) o l’inserimento in graduatorie (Buoni, Voucher).

 

I CeAD attivi nella provincia di Como sono:

 

Ambito

territoriale

Indirizzo

Orario apertura

Telefono

E – mail

Cantù

Cantù,

via Domea 4

Mercoledì h 10.30 – 12.30 (inizio attività 3 novembre 2010)

031/799523

cead.cantu@asl.como.it

Como

Como,

via Croce Rossa 1

martedì h 10 - 12

giovedì h 10 - 12

 031370704

cead.como@asl.como.it

Dongo

Dongo,

via Falck 3

lunedì e mercoledì h 14 - 16 martedì, giovedì, venerdì h 9 -11

 0344973519

cead.dongo@asl.como.it

Erba

Ponte Lambro,

via Verdi 2

lunedì h 14 – 16 ; da novembre: giovedì h 10.30 – 12.30

 0316337905

cead.erba@asl.como.it

Lomazzo

Lomazzo,

via del  Rampanone 1

lunedì h 8.30 - 10.30

venerdì h 8.30 - 1030

 0296941409

cead.lomazzo@asl.como.it

Mariano

Mariano C.,

via Felice Villa 5

venerdì h 9.30 - 11.30

 031755225

cead.mariano@asl.como.it

Menaggio

Menaggio

(Loveno),

 Villa Govone

Da lunedì a venerdì h 9 - 12

 0344369205

cead.menaggio@asl.como.it

Olgiate

Olgiate C.,

via Roma 61

martedì h 8.30 - 10.30

giovedì h 8.30 - 10.30

 031999481

cead.olgiate@asl.como.it

 

Informazioni sui CeAD e sui servizi di supporto alle persone non autosufficienti possono essere acquisite anche presso le sedi degli Uffici di Piano, i Servizi sociali dei Comuni e i Distretti sanitari dell’Asl.

 
Salva questo testoSegnala ad un amicoStampaTorna alla pagina precedente