NUMERO UNICO DELL'EMERGENZA 112

Si estende anche alla provincia di Como il numero unico

   

Si informa che dal 23 luglio p.v. tutte le chiamate di emergenza al 112, 113, 115 e 128 della provincia di Como confluiranno nel Numero Unico dell'Emergenza (NUE) 112.

Si estende, infatti, al territorio comasco il progetto realizzato da Regione Lombardia attraverso L'Azienda Regionale Emergenza Urgenza (AREU) in collaborazione con il Ministero dell'Interno.

Tale progetto ha visto l'attivazione, due anni fa, del primo cali center laico in Italia, a Varese, che da oggi sarÓ il riferimento per le telefonate che arrivano, oltre che dai numeri con prefisso 0331 e 0332, anche dai numeri con prefisso 031.

Per i cittadini non cambierÓ nulla: potranno infatti continuare a chiamare gli altri tradizionali numeri di soccorso (113, 115, 118) e la chiamata sarÓ automaticamente convogliata al centralino del Numero Unico dell'Emergenza (NUE) 112.

Il NUE 112 Ŕ un numero gratuito che garantisce tempestivitÓ per accedere ai soccorsi, semplicitÓ di chiamata, sicurezza della risposta (in dieci diverse lingue) e che soddisfa i requisiti comunitari europei.

Punto di forza del servizio Ŕ l'identificazione e localizzazione del chiamante, che viene effettuata, interrogando in tempo reale il CED Interforze, la struttura dedicata del Ministero degli Interni dove sono memorizzate le informazioni sulla provenienza delle chiamate da rete fissa e mobile.

In pochi secondi viene individuata la posizione del chiamante e la chiamata viene smistata verso le Centrali Operative di competenza: Polizia di Stato, Carabinieri, Vigili del Fuoco, Emergenza Sanitaria.

Un'altra importante novitÓ riguarda le chiamate di emergenza da parte dei sordi che possono essere effettuate tramite sms.

Grazie a specifici moduli software, il messaggio viene visualizzato su appositi display e si innesca la procedura di gestione della chiamata come per una telefonata in voce: identificazione e localizzazione in tempo reale, attivazione della centrale operativa di competenza, invio dei soccorsi.



 

Copyright © 2017 Comune Figino Serenza